BABBO NATALE PASTICCERE – POESIA IN DIALETTO FOLIGNATE DELLA PROF. MARIA VERA SPERANZINI

0
133

Maria Vera Speranzini è un’ insegnante della scuola media statale G. Carducci ed è anche un’ appassionata di scrittura e di poesia. La Professoressa Speranzini “dipinge” con le parole il piccolo paese di Scanzano, usando i pennelli dell’amore per questo piccolo borgo, con sfumature degli indelebili colori dei ricordi e della nostalgia…


 Come promesso…
Babbo Natale pasticcere
Se po’ parlà in piena estate
de quanno è friddu e de Babbo Natale?
Ce provamo… vedemo come vene sta poesia
ricca de verità e storia de fantasia.
Dovete sape’ che Lavecia paese
spicca de jente nota a larghe tese
e tra quisti belli e stravaganti
ce ne sta uno noto tra tutti quanti!
Lue in verità non è laveciaru ma finlandese
dalla Lapponia non bada a spese
solo che pe’ fa risalto su la neve
de rusciu se presenta certe sere
‘na specie de rusciu elegante pigiama
con un bordo de pelliccia vianca, de lana
cappucciu vermiju pe’ cappellu
pon pon immacolatu jo per dello
regali, jochi, biscotti a gjummelle
dentro un saccu pienu su le spalle
barba vianca da saggio signore
du occhialitti da filosofo pensatore.
In verità l’ha studiata proprio vella
senza trascurare forno e padella.
E’ laveciaru ma anche cuoco e pasticcere
espertu de magnà e anche de beve!
De la vita ha capito tutto assai vene
ottimo cibo e bone, belle maniere
specialmente quanno cià li fiji a core
l’immagine sua a Natale te commove
quanno je fonno subito ‘na festa tamanta
per ‘na caramella o due de circostanza
per dire a li fiji ma anche a li genitori
che non solo a Natale tocca esse più boni
e lue te lo dice con sguardu leale
di chi ha fatto cose dolci e anche del bene!
Porta stivali ardi ardi, un cinturone
un maestoso, superbo, nobil pancione
ma non appartene e niciun militar plotone
guida solo ‘na slitta d’inverno o con lu solleone
vola per La Vecia come na saetta
se chiama per tutti Egidio Trippetta!
E’ un Babbo Natale de vecchiu mestiere
che a tempu persu fa lu pasticcere!
Un grazie de core a ‘stu Babbu Natale
che ce vene in mente anche prima de annà al mare!
PROF. MARIA VERA SPERANZINI