FOLIGNO: ANCORA FURTI IN CENTRO STORICO E ZONE LIMITROFE

0
180

L’epidemia di furti di biciclette nel centro storico sembra essere inarrestabile, con le lamentele dei cittadini che affollano i social media, diventati il palcoscenico principale per lanciare l’allarme e cercare di coinvolgere la comunità. Tuttavia, la situazione solleva interrogativi sulla sicurezza effettiva di tali spazi virtuali nel combattere il crimine.

Le segnalazioni, che fungono da grido di aiuto per le vittime e come tentativo di recuperare i beni trafugati, sono diventate moneta corrente, con tre furti di biciclette riportati negli ultimi 5 giorni nel gruppo Facebook “Segnalazioni Foligno”. I malintenzionati sembrano agire indisturbati, sfidando la sicurezza apparentemente inefficace del centro storico.

Le storie di furti comprendono una bicicletta elettrica rubata da un garage condominiale in una posizione centralissima, in via Gentile da Foligno. Un altro caso coinvolge una bicicletta comune, sottratta vicino alla stazione ferroviaria. Ancora, una terza vittima ha denunciato il furto di una bicicletta elettrica, anch’essa rubata a pochi passi dal cuore del centro storico, in viale Firenze.

Le foto allegate dai proprietari nel tentativo di recuperare i propri mezzi forniscono una testimonianza visiva di una problematica che sembra non trovare soluzione. La domanda che sorge spontanea è: quanto sono efficaci le denunce sui social nel contrastare il crimine, e quanto è responsabile la sicurezza del centro storico nel proteggere i beni dei cittadini? Una situazione che, senza dubbio, solleva interrogativi sulla sicurezza pubblica e sulle misure adottate per affrontare questo aumento dei furti.