FOLIGNO E LE SUE “CARROZZELLE”: RICORDI DI ESPERIENZE E PROFUMI DI UN TEMPO NON TROPPO LONTANO

0
206

Attrazioni e Luci Scintillanti

Era sempre un momento magico quando le “Carrozzelle”, il nostro luna park locale, facevano il loro apparire a Foligno. Come se fosse una tradizione immutabile, arrivavano ogni settembre, durante il periodo della Giostra della Quintana, e poi di nuovo in maggio. Negli anni ’70, il parco dei Canapè si trasformava in un’esplosione di luci, colori e suoni, diventando il punto di riferimento per bambini e giovani.

Gioiosi Caroselli

Ogni angolo del parco risuonava delle risate dei bambini e dell’entusiasmo dei giovani. C’era la mitica giostra dei “calcinculo”, e poi quelle più tranquille, con i cavalli e le macchinine, pensate appositamente per i più piccoli. E come poter dimenticare i “dischi volanti“, quell’attrazione che ci faceva sentire come se stessimo volando davvero?

Giochi e Vittorie

Le sfide non mancavano: dal tiro a segno, con carabine a piombini, al gioco delle palle di stoffa per abbattere barattoli. E quante volte, con orgoglio, si portava a casa un pupazzo vinto o il tanto desiderato pesciolino rosso, sperando che il sacchetto d’acqua non si bucasse prima di arrivare a casa.

Gli Immancabili Autoscontri

Per noi adolescenti, gli autoscontri erano l’attrazione prediletta. Non solo per il brivido della corsa, ma anche come pretesto per “tampinare” le ragazze. E sì, le ammaccature erano la testimonianza delle avventure vissute, segni di battaglia da mostrare il giorno dopo.

Il Battesimo del Cavallo

E poi, c’era quel giro sui cavalli pony lungo le viuzze del parco dei Canapè. Per molti, era il loro primo incontro con questi splendidi animali, una sorta di “battesimo del cavallo” che rimaneva impresso nei cuori.

Dolcezze e Profumi

L’aria era sempre impregnata del dolce aroma dello zucchero filato e del croccante. Questi profumi, insieme alle luci e ai suoni, rendevano l’atmosfera magica e indimenticabile.

Un Tuffo nel Passato

Le “Carrozzelle” rappresentavano per noi una fuga dalla realtà, un momento di puro divertimento. Per i genitori, magari, era un po’ meno gioioso, visto che dovevano metter mano al portafogli, ma vederci felici era impagabile. Amarcord di piccole e grandi emozioni… un tuffo nel passato che scalda sempre il cuore.


Seguici anche su:

Facebook:https://www.facebook.com/lavocedelcentro
Instagram:https://www.instagram.com/lavocedelcentro23/