LA CUOCA CONSIGLIERA E LA SUA ASSAGGIATRICE DI FIDUCIA

0
414

 

SPIEDINI DI CINGHIALE E SPIEDINI DI LUMACHE FRITTI CON PASTA DI PANE FRITTA

(Per tre spiedini): 200grammi di cinghiale e 200 grammi di arista di maiale; (per tre spiedini ): 200 grammi di lumache (anche precotte surgelate), 100 grammi di pancetta affumicata a fette.

latte q.b. per marinare , 4 uova intere, farina q.b., sale , pepe, pangrattato, aglio, prezzemolo, olio per frittura. (Per la pasta da pane): farina , acqua, un pizzico di sale, lievito di birra, un pizzico di zucchero.

Mettere il cinghiale a marinare nel latte per almeno 48 ore in frigo (questo metodo togliera’ alla carne il sapore di selvatico e la ammorbidirà)tagliare in piccoli pezzi il cinghiale e l’arista di maiale e passare la carne nell’uovo sbattuto;

subito dopo infarinare e ripassare una seconda volta nell’uovo.

A questo punto impanare i pezzetti di carne con il pangrattato insaporito con sale, pepe, aglio, prezzemolo ed un filo d’olio d’oliva

e comporre gli spiedini alternando il cinghiale all’arista di maiale.Per gli spiedini di lumache stesso procedimento: passare le lumache nell’uovo

poi nella farina ed ancora nell’uovo, impanare le lumache ed avvolgerle una ad una nella pancetta e procedere a formare gli spiedini.

Per la pasta da pane: per velocizzare potete acquistarla fresca in supermercato, la stendete con un mattarello leggermente infarinata e procedete a realizzare delle striscioline di grandezza uniforme

ed ora via con la frittura:

appena il tutto risulterà croccante e dorato, mettete a scolare gli spiedini e la pasta di pane in un foglio di carta paglia , componete il piatto

…il profumo vi inebrierà

…..ed uno spiedino tirerà l’altro!!!

LA CUOCA CONSIGLIERA

IL RISTORANTE PIZZERIA “LA BAITA” presso le Fonti di Sassovivo a Foligno, nasce da un progetto di Carlo e Fabiana, due piccioncini innamorati, (direi innamoratissimi), che avrò il piacere di sposare in Comune il prossimo 24 Giugno.

Il loro attaccamento alla montagna ed il loro amore per l’ambiente e la natura li ha portati in questo luogo incontaminato a pochi passi dalla città dove si potranno gustare fantastiche pizze a tripla lievitazione e tipici piatti umbri come la ricetta che questi amici mi hanno voluto regalare.

Visto il successo della scorsa estate il ristorante pizzeria sarà aperto dalle 9 alle 24 no stop con cene ed aperitivi all’aperto, (60 coperti al chiuso) eventi musicali, parco giochi per bambini e tanta frescura da godere nelle torride giornate estive.

Un luogo semplice, accogliente per chi cerca un po’ di relax a km zero. Carlo e Fabiana vi aspettano con la loro simpatia e straordinaria accoglienza.