BARTALI E IL TOUR DE FRANCE: LA BICICLETTA STORICA TROVA CASA AD ASSISI

0
167

È una notizia che riecheggia con forza nel cuore degli appassionati di ciclismo: la bicicletta di Gino Bartali, protagonista del Tour de France del 1949, è temporaneamente in mostra al “Museo della Memoria, Assisi 1943 -1944”. Il veicolo storico, gentilmente concesso dal collezionista Gianfranco Trevisan di Padova, sarà presentato al pubblico martedì 18 luglio, alle 18:00, negli spazi del Museo, situato in Piazza Vescovado, ad Assisi.

Un evento da non perdere

Presenti all’evento ci saranno figure di spicco quali Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Foligno, Stefania Proietti, sindaco della città, insieme a Gioia Bartali, nipote del noto ciclista, e Faustino Coppi, figlio del rivale storico di Bartali, Fausto Coppi. Quest’ultimo, vincitore del Tour del 1949, ha regalato agli italiani del dopoguerra memorabili sfide con Bartali. Completa la lista dei presenti Marina Rosati, ideatrice e curatrice del Museo della Memoria.

Un pezzo di storia arricchisce il Museo

Il Museo, già dimora della cappellina di Gino Bartali, simbolo della sua profonda fede oltre che del suo immenso talento atletico, accoglie adesso un altro pezzo di storia. La bicicletta esposta è poco più recente di quelle utilizzate dal ciclista per le cosiddette “staffette della salvezza”. Bartali, infatti, durante i suoi allenamenti, trasportava nascosti all’interno del tubo del telaio documenti falsificati prodotti ad Assisi, destinati agli ebrei di Firenze.

Un caloroso benvenuto alla bicicletta storica

“Siamo lieti di accogliere una delle biciclette di mio nonno nel Museo della Memoria”, afferma Gioia Bartali, esprimendo il suo apprezzamento per l’opportunità offerta dal collezionista. La nipote di Bartali rivela inoltre che la famiglia non possiede alcuna delle biciclette del campione, poiché tutte sono state generosamente donate e sono attualmente nelle mani di collezionisti e ciclisti. “Sono felice che questo cimelio possa essere esposto al Museo”, conclude.

Un arricchimento significativo per il Museo della Memoria

L’aggiunta della bicicletta di Bartali rappresenta un importante incremento per il “Museo della Memoria, Assisi 1943 -1944”. Il museo, situato all’interno del Vescovado-Santuario della Spogliazione, ospiterà temporaneamente il prezioso cimelio, rivelando così un altro frammento significativo della storia italiana del dopoguerra. Una storia di sport, di fede e di coraggio, simbolizzata dalla bicicletta di uno dei più grandi campioni del ciclismo italiano.


Seguici anche su: