FOLIGNO – BIBLIOTECA JACOBILLI: TRE INSEGNANTI DI MATERMA E PRIMARIA PRESENTANO IL LORO SCRITTO “LAVORI IN CORSO”

0
65

Narrare le “buone pratiche” che si intrecciano con la teoria e danno significato all’azione educativa. L’educazione è un percorso in continuo sviluppo, non si conclude né si esaurisce; al contrario, impone di andare avanti, cercando di farlo con leggerezza. In una società complessa, è fondamentale iniziare con le esperienze che hanno dimostrato di funzionare per poter poi affrontare, insieme, tutto il resto. Questo è il cuore di “Lavori in Corso“, una pubblicazione ideata da tre insegnanti: Tiziana Falchi, insegnante di scuola dell’Infanzia, insieme a Claudia Savini e Giulia Baldaccini della scuola primaria. Questi educatori hanno dedicato numerosi anni alla scuola e ai loro alunni, decidendo ora di condividere la loro esperienza attraverso una narrazione, ponendo i bambini al centro dell’educazione ma non solo.

Il gruppo è disponibile per incontri di approfondimento e laboratori per i genitori, mirando a condividere le sfide dell’educazione con la consapevolezza che è fondamentale iniziare con le esperienze positive. “È necessario partire dalle cose belle perché a quelle più faticose ci si arriva comunque“, affermano.

Le riflessioni e i racconti mirano a suscitare la curiosità del lettore, che può poi svilupparsi in diverse direzioni, sostenendo un pensiero più approfondito. Le tematiche trattate sono ampie e offrono spunti per ulteriori approfondimenti. Il termine “leggerezza” nel titolo rappresenta un modo per iniziare a raccontare partendo dalle aspetti positivi e dalla bellezza della relazione con i bambini.

Le insegnanti spiegano: “La nostra pubblicazione tratta tematiche legate all’educazione. Il filo conduttore è la restituzione di esperienze, ovvero raccontare cosa è stato fatto e sperimentato a scuola in tanti anni su determinati argomenti. Crediamo che iniziare da questo avvicini il lettore a chi scrive, offrendo possibilità di confronto e condivisione. Per introdurre gli argomenti, ci siamo affidate a tre narratori che rappresentano tutti i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che abbiamo incontrato. Da loro viene la ricchezza, da loro la saggezza, a loro la nostra riconoscenza“.

Scrivere da sole ci sembrava poco utile, consapevoli che per costruire in educazione c’è bisogno del supporto di tutti coloro che lavorano insieme nella scuola. Pertanto, nella pubblicazione, troverete contributi a sostegno, integrazione e completamento della rete“.

L’obiettivo di “Lavori in Corso” è offrire tracce per essere seguite, anche solo per curiosità, rendendosi conto che ci sono molti altri che stanno facendo lo stesso. Questo è un segno di una presenza positiva nel mondo e riflette il compito di docenti, genitori, associazioni e istituzioni nel sostenere la costruzione di una città ideale, sostenibile, accogliente, pronta ad affrontare le sfide e a celebrare i piccoli e grandi successi.

L’invito è quindi a partecipare numerosi all’incontro con le autrici, fissato per venerdì 15 dicembre alle ore 17.30 presso la Biblioteca Jacobilli in piazza San Giacomo, e ad acquistare il libro.