LO STREPTOCOCCO AGALACTIE – A CURA DEL DOTT. MORENO FINAMONTI

0
205

Lo streptococco agalactie è un batterio che sta abitualmente nell’organismo umano, tuttavia in particolari condizioni prolifera abbondantemente e perde l’equilibrio con gli altri microrganismi. Lo streptococco agalactie è quindi un batterio patogeno opportunista, perciò l’iperproliferazione gli consente di instaurare una infezione. Particolarmente a rischio sono le donne in gravidanza.

Dott. Moreno Finamonti – Ospedale S. Giovanni Battista di Foligno

Proprio per questo tra 35 e la 38 settimana di gravidanza i protocolli prescrivono di effettuare dei tamponi vaginali e rettali per verificare la presenza o meno dello streptococco agalactie. La presenza di infezione vaginale, a ridosso del parto, può essere considerata un fattore di rischio e la trasmissione dell’infezione al neonato, in particolare del sierotipo lll di streptococco agalactie, può provocare meningite, encefalite, sepsi, anche con esiti infausti.

Le manifestazioni cliniche di tipo invasivo escluse ovviamente le donne in gravidanza, possono essere l’ endocardite, meningite, infezioni della cute e dei tessuti molli e la batteriemia cioè la presenza di batteri nel sangue.

Possono instaurarsi anche infezioni del tratto urinario e di quello respiratorio; nelle donne in gravidanza, l’infezione si può manifestare con endometrite post-parto, amnionite e batteriemia.

Con questo breve articolo, insieme al precedente, abbiamo differenziato i due streptococchi più conosciuti: batteri gram+ e beta-emolitici entrambi (distruggono i globuli rossi), lo streptococco pyogenes e lo streptococco agalactie rispettivamente di gruppo A e di gruppo B.

DOTT. MORENO FINAMONTI