SCANZANO: LA TERRA DEI PADRI – PROF. MARIA VERA SPERANZINI

0
157
Maria Vera Speranzini è un’ insegnante della scuola media statale G. Carducci ed è anche un’ appassionata di scrittura e di poesia. La Professoressa Speranzini “dipinge” con le parole il piccolo paese di Scanzano, usando i pennelli dell’amore per questo piccolo borgo, con sfumature degli indelebili colori dei ricordi e della nostalgia…
Camminava sempre sverdu sverdu
con ‘nu sguardu
non cuntentu
parìa lu compare de ‘na saetta
sempre a corse con la fretta.
“Ma do vai cucì correnno?”
– je domannarono da quillu –
ma lue che facìa orecchie da mercante
currìa da sulu sempre più avante
” Senti un po’, coccu mia,
penso che questa tua sia ‘na follia.
Curri da la matina a la sera
de chi te saluta non te frega
ma te pare un sanu campà
a la veneranda tua età?
Veni qua, fermete un minutu
Io papà tua l’ho cunusciutu
vurrìo mannaie, tramite te, solo un salutu!”
Quillu, che niciunu avrìa da la corsa distolto,
se fermò quasi stravolto
smise subito de corre come un lebbre
quanno sentì lu nome de lu padre
e se inginocchiò come in devozione
davanti a la Madunnuccia de la stazione
che me parìa de vedè Sordello co’ Virgilio
come fossero unu lu padre e l’addru lu fiju
l’unu arcontava
l’addru ascordava
e l’un l’altru se abbracciava
in memoria de la terra dei padri
de quisti nostri luoghi sacri
dove basta ‘na mezza parola a cinge
subito lu core vatte
e lu sangue strigne!
PROF. MARIA VERA SPERANZINI

Seguici anche su:

Facebook:https://www.facebook.com/lavocedelcentro
Instagram:https://www.instagram.com/lavocedelcentro23/