A FOLIGNO NASCE UNA STELLA MICHELIN: IL RISTORANTE “UNE” DI GIULIO GIGLI

0
408

Il sogno di una Stella Michelin è finalmente diventato realtà per Giulio Gigli, il talentuoso chef proprietario del ristorante “Une” a Capodacqua, nei dintorni di Foligno. In soli due anni dall’apertura delle sue porte, “Une” è stato accolto nel prestigioso club dei ristoranti stellati. Questa straordinaria notizia è giunta nel pomeriggio del 14 novembre, quando la Guida Michelin ha svelato le nuove stelle e le anticipazioni per il 2024.

Ecco alcune delle principali novità:

  • “Une” a Capodacqua, Foligno: Questo ristorante-mulino ha iniziato la sua avventura culinaria nel settembre 2021 e, in soli due anni, ha guadagnato una stella Michelin, un traguardo ambizioso e meritato.
  • “Ada” a Perugia: Un altro gioiello dell’Umbria, “Ada,” ha ricevuto la sua stella Michelin. Questo ristorante rappresenta un’eccellenza culinaria nella pittoresca città di Perugia.
  • “Elementi” a Torgiano: Ancora una stella Michelin assegnata all’Umbria. “Elementi” a Torgiano si unisce all’élite dei ristoranti premiati, offrendo un’esperienza culinaria unica.
  • “Vespasia” a Norcia: Un riconoscimento speciale, la stella verde, è stata conferita a “Vespasia” a Norcia, una destinazione culinaria con una forte connessione alla natura e ai prodotti locali.

Queste sono le principali novità dell’edizione 2024 della Guida Michelin per l’Umbria.

La storia di successo di Giulio Gigli e “Une”

Giulio Gigli è un giovane chef che ha accumulato esperienza in rinomati ristoranti di tutto il mondo. Tornato nella sua città natale, Foligno, dopo le difficoltà causate dalla pandemia, ha deciso di trasformare un antico mulino risalente al quattrocento e al seicento in un ristorante d’avanguardia. Questo luogo incantevole è diventato il cuore pulsante di “Une,” un ristorante che celebra le eccellenze culinarie del territorio umbro.

La cucina di “Une” è una vera e propria odissea culinaria, con ingredienti locali come l’aglione dell’Alta Umbria, il fagiolo di cave, i fagiolini del tradimento e i piccioni allevati a pochi metri dall’attività. Durante il lockdown, Giulio Gigli ha riscoperto e studiato a fondo questi tesori gastronomici, cercando di portarli a nuove vette di creatività culinaria. Il risultato è stata un’evoluzione culinaria che ha impressionato persino i palati più esigenti.

Il successo di “Une” è il frutto del duro lavoro, dell’impegno costante e dell’amore per l’arte culinaria. Giulio Gigli e il suo affiatato staff, proveniente da esperienze lavorative in Spagna, hanno creato un’esperienza gastronomica eccezionale che ha attirato l’attenzione degli amanti del buon cibo.

Un traguardo condiviso con l’intera comunità

La stella Michelin assegnata a “Une” rappresenta un traguardo significativo non solo per il giovane e tenace chef ma anche per l’intera comunità di Foligno e dell’Umbria. Questo prestigioso riconoscimento rafforza ulteriormente la posizione dell’Umbria come destinazione gastronomica di classe mondiale. Ora, a pochi passi dalla città, c’è una vera e propria eccellenza culinaria certificata che rende la comunità locale ancora più orgogliosa.

Le tre nuove stelle Michelin umbre si uniscono ai ristoranti che già vantano questo prestigioso riconoscimento, come “Vespasia” a Norcia, “L’Acciuga” a Perugia e “Casa Vissani” a Baschi. Questi ristoranti sono diventati veri e propri pilastri della scena gastronomica dell’Umbria, offrendo esperienze culinarie indimenticabili.

In conclusione, “Une” di Giulio Gigli è un’aggiunta straordinaria alla scena culinaria dell’Umbria e un trionfo per la città di Foligno. Questa stella Michelin è il riconoscimento di anni di passione, creatività e dedizione all’arte culinaria. La cucina di “Une” è un viaggio di sapori e tradizioni umbre reinterpretate in chiave moderna, un’esperienza culinaria che merita sicuramente di essere assaporata.


Facebook:https://www.facebook.com/lavocedelcentro
Instagram:https://www.instagram.com/lavocedelcentro23/