COME DIFENDERE GLI ANZIANI DA TRUFFE E RAGGIRI

0
149

 

Sono sempre di più le persone anziane vittime di truffatori e male intenzionati che approfittano della loro condizione psicologica e fisica.

Spesso queste parsone sono prese di mira da soggetti che orchestrano truffe fondate sulla loro sensibilità e affetti relativi a figli, nipoti e familiari.

Vi elenchiamo qui un piccolo vademecum per evitare questi spiacevoli fatti:

1 – Non aprire mai la porta della propria abitazione a persone sconosciute, che con una scusa possono entrare in casa e distrarre la persona per poi rubare tutti i suoi averi.

2 – Non rispondere mai a numeri sconosciuti ed è consigliabile memorizzare i numeri di familiari, parenti e amici.

3- Per quelle persone anziane che utilizzano Facebook, è bene non accettare richieste di amicizia da persone che non si conoscono, specialmente se belle ragazze, avvenenti e apparentemente disponibili; in tal caso si tratta da una truffa impostata su un ricatto sessuale.

4 – Importante che figli e nipoti di persone anziane, le quali non hanno più la lucidità di un tempo, spieghino i rischi a cui si potrebbe andare incontro con persone sconosciute.

5- Consigliabile mettere un cartello sulla porta d’ingresso, dalla parte interna, per ricordare alla persona anziana di non aprire a nessuno, salvo persona conosciuta e affidabile.

6 – Fondamentale è ricordare ai propri cari, in questo caso anziani, di non prestare attenzione a tutti coloro che suonano il campanello o bussano alla porta, sostenendo di essere addetti di utenza di luce, acqua e gas.

7 – In sintesi, va elevato il livello di attenzione e di diffidenza riguardo persone estranee che hanno solo obiettivi truffaldini.

8 – Nel caso si realizzassero i casi sopra descritti, non esiatare a chiamare le forze dell’ordine.